Le auto che io non avrei mai comprato

Le auto che io non avrei mai comprato

Le auto più brutte di ogni tempo. Ecco un elenco delle autovetture, delle automobili, delle macchine più orrende di tutta la storia. Abbiamo provato a sintetizzare il peggio di quello che abbiamo visto sul mercato nel corso degli ultimi sessant’anni. Sembra incredibile che qualcuno abbia potuto progettare veicoli così brutti, esteticamente atroci.

Fiat Duna

Molti sostengono che l’auto più brutta di tutti i tempi sia la FIAT DUNA. La Fiat Duna (in Europa e Argentina; Fiat Prêmio in Brasile, Colombia e Ecuador; Fiat Premio in Venezuela) è un’automobile berlina del segmento B prodotta dalla casa automobilistica italiana FIAT in Sudamerica dal 1985 al 2000. Fu importata anche in Europa tra il 1987 e il 1991 (fino al 1997 la versione weekend). Disegnata da Giorgetto Giugiaro per il Centro Stile Fiat di Torino, prodotta da Fiat Automóveis S.A. nello stabilimento di Betim (Brasile) e da Sevel S.A. a El Palomar (Argentina), fa parte insieme alla Fiat Uno dalla quale deriva del progetto FIAT 146. Particolarmente brutta è anche la versione familiare

duna

CITROEN AMI 6 (1961-1969)

Ami 6

La Ami 6 è un’autovettura di fascia medio-bassa prodotta dalla Casa automobilistica francese Citroën tra il 1961 ed il 1969. La presentazione ufficiale della Ami 6 avvenne lunedì 24 aprile 1961 simultaneamente nelle città di Parigi, Bruxelles, Amsterdam, Colonia, Milano, Ginevra e presso l’aeroporto militare di Villacoublay, nei pressi di Versailles. La reazione della stampa di fronte ad una vettura dallo stile così singolare fu di sincera perplessità: in molti storsero il naso, specialmente osservando il frontale ed affermando quindi che la vettura sembrava incidentata o addirittura che un elefante si fosse seduto sul cofano motore.

NSU PRINZ 4 (1961-1973)

prinz

La NSU Prinz è una piccola vettura prodotta dalla casa automobilistica tedesca NSU dal 1957 al 1973. La Prinz 4 fu la Prinz di maggior successo e quella che venne prodotta per più tempo: contraddistinta dalla sigla di progetto Typ 47, fu anche l’ultima utilitaria della Casa di Neckarsulm prima del suo assorbimento da parte del gruppo Volkswagen. La sensazione è quella di avere davanti una vera e propria saponetta su quattro ruote!

SEAT FURA 127 (1981-1986)

Fura

La SEAT Fura è un’automobile di segmento B della casa automobilistica spagnola SEAT nata nel 1981 dopo lo scadere dell’accordo Fiat-SEAT. Era simile alla sua progenitrice, la SEAT 127 (che a sua volta era la versione spagnola della Fiat 127), a parte qualche piccola modifica estetica utile per evitare problemi di copyright. La sua produzione è cessata nel 1986. Se la linea della 127 non ha mai brillato per la sua bellezza, sicuramente questa riedizione degli anni ottanta appare completamente fuori epoca!.

ALFA ROMEO ARNA (1983-1987)

arna

L’Alfa Romeo Arna (acronimo di Alfa Romeo Nissan Auto) è una berlina di segmento C, costruita dalla casa milanese in collaborazione con la Nissan e prodotta dal 1983 al 1987. Nella cultura popolare, anche a distanza di anni, la reputazione del modello l’ha portata ad essere giudicata – nel 2008 – l’auto più brutta, in un “sondaggio” lanciato da parte dal quotidiano nazionale Il Sole 24 Ore. Se ai tempi la vettura fece la sua comparsa in alcuni film e fiction[, complice la sua “fama” è stata riutilizzata anche in recenti lavori per la televisione (quali I Cesaroni) ed oggetto di canzoni e spettacolarizzazioni negative. «In vacanza sull’Arno, in vacanza sull’Arna, / questa collaborazione fra l’Italia e il Giappone / che ha dato i suoi frutti e io li metto nel forno.» (Elio e le Storie Tese, La visione)

FIAT MULTIPLA (1998-2010)

multipla

La Fiat Multipla è una monovolume compatta prodotta dalla casa automobilistica italiana FIAT dal 1998 al 2010. Riprende, nel nome e (in parte) nella filosofia progettuale, l’antenata omonima prodotta dal 1956 al 1967. Si tratta di un prodotto di automotive design che ha ricevuto una certa visibilità internazionale; nel 1999 il Museum of Modern Art di New York ha inserito la vettura nella sua mostra Different Roads come uno degli esempi delle nuove tendenze della motorizzazione di massa. Per la sua stazza sgraziata e poco elegante, qualcuno l’ha soprannominata “una edicola con le ruote“.

NISSAN CUBE Z11 (2002-2008)

nissan cube

La Nissan Cube è una piccola monovolume prodotta dalla casa automobilistica giapponese Nissan Motor tra il 1998 e il 2019. La Cube è stata prodotta in tre serie; soltanto l’ultima, però, è stata importata in Europa (dal 2009 dopo essere stata presentata al Salone dell’automobile di Ginevra fino al 2014).La Cube Z11 si rivelò un grande successo per questo fu aggiornata ben 2 volte nel suo ciclo vitale. Un primo lifting avvenne nel 2005 con l’introduzione di nuovi fari anteriori sempre circolari, nuova mascherina frontale ed interni migliorati nell’assemblaggio. Il secondo restyling avvenne nel 2006 e coinvolse nuovamente l’anteriore, con i fari anteriori d’inedita forma ovale e la mascherina modificata. Mai il nome di una autovettura è stato così tanto azzeccato: un vero e proprio cubo mobile!

Chrysler PT Cruiser

cruiser

Lanciata dalla Chrysler nei primi mesi del 2000, la PT Cruiser è una tronista d’eccezione: la berlina cinque porte che rievoca le hot rod è anche stata nominata Motor Trend Car of The Year nel 2001 ma ben presto lo stile retrò ideato da Bryan Nesbitt le ha permesso di svettare in ben altre classifiche.

Lascia il tuo commento